Glossario

ATM

Letteralmente articolazioni temporo-mandibolari, uniscono la mandibola alla base del cranio. Per molto tempo sono state considerate l’unica sede delle sofferenze oggi  comprese nei disordini cranio mandibolari. In realtà le disfunzioni e le alterazioni dell‘ATM rappresentano   un  disturbo importante, ma non l’unico di quelli che compaiono nei Disordini Cranio Mandibolari (DCM).

Bite

Termine correntemente ed impropriamente impiegato in luogo del termine scientifico ortotico, per indicare un apparecchio ortopedico rimovibile che si inserisce sull’arcata dentaria inferiore, per correggere squilibri di contatto fra le arcate dentali.Questo infatti, riproducendo  una nuova e  normale anatomia dentale , permette di trovare e mantenere l’ occlusione che garantisce il miglior rendimento e benessere muscolare. Ha il pregio di poter essere modificato durante il periodo di cura fino al raggiungimento del massimo risultato clinico, possiede caratteristiche di estetica e confort tali da non interferire con la vita di relazione .

Ortotico 002Ortotico 003Ortotico 005Ortotico 006Ortotico 007Ortotico 008

Disordini Cranio Mandibolari ( DCM)

Malattie originate dall’imperfetto contatto delle arcate dentarie e caratterizzate da una vasta  e complessa sintomatologia  anche dolorosa, con manifestazioni nel territorio della testa e del collo, ma con possibili ripercussioni in altri territori corporei.

Dolore muscolare, dolore riferito

E' il dolore più frequente dei DCM ed ha caratteristiche molto peculiari, che se ignorate  complicano la diagnosi. Accade che  ciascun muscolo in sofferenza può proiettare il dolore  o altri sintomi in una sede diversa da quella occupata dal muscolo interessato

Esami funzionali ( kinesiografico, elettromiografico, elettrosonografico)

Sono test clinici eseguiti con speciali apparecchiature che guidano alla individuazione della occlusione dentale alterata e che permettono di stabilire la posizione di contatto dentale funzionalmente più idonea. Inoltre rivelano le disfunzioni e le alterazioni presenti nelle articolazioni della mandibola  (vedi ATM)

kinesiografo elettromiografo sonografo
KinesiografoElettromiografoSonografo

Occlusione dentale

La posizione di massimo contatto che si realizza fra le arcate dentali alla fine della masticazione di un bolo alimentare  ed all’inizio dell’atto di deglutizione. E’ la posizione più ripetitiva che assume la mandibola nell’arco delle 24 ore. Se è squilibrata, apre la via ai Disordini Cranio Mandibolari

Ortotico

vedi bite

Punto Trigger

Definisce una piccola zona presente in un qualsiasi muscolo, dolorosissima alla palpazione che ha la capacità di dare luogo al dolore muscolare riferito, proiettato cioè in un’area somatica diversa da quella di origine.
Guarda i video

TENS

Acronimo inglese per stimolazione elettrica di un nervo per via transcutanea.Viene applicata con grande vantaggio nella diagnosi e terapia dei Disordini Cranio Mandibolari perché consente di rilassare i muscoli contratti e quindi di trovare le condizioni di lavoro ideali del sistema locomotore.Eseguendo peraltro un vero e proprio  massaggio muscolare , consente  di attenuare il dolore associato.

myomonitor o tens
Myomonitor o TENS